HDPhoniclogo Instagram Facebook
  • English language
  • Lingua italiana

FiiO QOGIR E09K – Mont Blanc E12

Prova amplificatore cuffie/DAC da tavolo e amplificatore cuffie portable

FiiO E09k and E12

Introduzione

La globalizzazione ha finito per coinvolgere tutti i settori compreso quello dell’alta fedeltà rendendo accessibili e più facilmente fruibili prodotti ideati e costruiti da aziende dell’estremo oriente creando così maggiore competitività all’interno del mercato audio.

Concetti come miniaturizzazione e portabilità sono divenuti di uso comune soprattutto per quello che riguarda l’audio personale, un settore che da anni è in crescita esponenziale sia per la quantità di prodotti disponibili sia per il tipo di consumo che si fa della musica oggi. Se negli anni passati per riprodurre la musica in ambienti esterni tramite l’utilizzo di una cuffia le dimensioni dei comuni riproduttori walkman a cassetta non preoccupavano il normale utente oggi, per parafrasare un espressione ricorrente in altri ambiti, le dimensioni contano. Eccome! Questa particolare esigenza riguarda soprattutto il mondo delle cuffie e in particolar modo il mondo degli amplificatori per cuffia portatili. Abbiamo assistito negli ultimi anni ad una inversione di tendenza nella quale al diminuire delle dimensioni aumentano prestazioni e funzioni degli apparecchi. La necessità di fornire sia all’ascoltatore occasionale sia al cuffiofilo più esigente la possibilità di utilizzare le proprie cuffie preferite in ambienti esterni ha spinto parecchie case costruttrici ad immettere sul mercato dei prodotti che non facessero troppo rimpiangere l’utilizzo del proprio impianto cuffie dedicato. Questo perché molto spesso i più comuni riproduttori audio digitali attualmente disponibili sul mercato non curano particolarmente ne la sezione di conversione digitale analogico ne la sezione che riguarda l’amplificazione delle cuffie. Dal 2007 un’azienda che ha cominciato a guadagnare una certa reputazione tra gli appassionati e che è man mano diventata una dei colossi del settore è la FiiO. La FiiO è una giovane azienda cinese che commercializza tutta una serie di riproduttori audio portatili e in particolar modo amplificatori per cuffie portatili dalle dimensioni contenute ma dalle prestazioni interessanti. La loro filosofia costruttiva si basa su quattro concetti semplici ma basilari ovvero il prodotto venduto deve essere pratico, comodo, creativo e affidabile. I prodotti che questa volta andremo a testare sono l’amplificatore portatile per cuffie Mont Blanc E12 e l’amplificatore per cuffie/docking station da tavolo E09K.

Design

Vista frontale

Vista frontale

Gli amplificatori cuffie E09K ed MONTBLANC E12 hanno entrambi peso e dimensioni piuttosto contenuti ed ambedue sono caratterizzati da uno chassis esterno in metallo nero satinato. L’E12 è quello dei due che si presta maggiormente ad un utilizzo portatile e che è fornito di caratteristiche più focalizzate alla pura amplificazione delle cuffie. Infatti il modello Mont Blanc utilizza una combinazione di op-amp ad altre prestazioni nello specifico l’OPA1611 e l’LME49600. Il primo svolge la funzione di amplificatore mentre il secondo ha il ruolo di fornire un uscita in corrente. L’E12 è dotato inoltre internamente di condensatori WIMA e di un controllo di volume esterno tramite un potenziometro della ALPS. L’alimentazione dell’amplificatore è fornita dalla batteria interna che può essere ricaricata tramite la comune presa USB. La FiiO ha voluto curare particolarmente la sezione di alimentazione di questo suo prodotto: la batteria integrata ai polimeri di litio di grande capacità è in grado di fornire un alto valore di swing in uscita. Il valore di +11 volt in tensione viene generato da tre batterie in cascata, mentre il valore di -11 volt viene emesso dal circuito di trasformazione DC / DC ad alte prestazioni. Alla fine lo swing totale della tensione in uscita è di ben 22 volt. Un valore che da un lato può fornire delle prestazioni di un certo livello e dall’altro può garantire il pilotaggio adeguato di cuffie ad alta impedenza. La massima potenza in uscita può raggiungere gli 880mW su un carico di 32 ohm.

L’E12 è dotato sul pannello frontale oltre che del controllo di volume anche dell’ingresso cuffia e dell’ingresso di linea con connettori stereo jack da 3,5 mm. Sulla parte sinistra dell’amplificatore si trovano la presa mini-USB per ricaricare l’apparecchio tramite il pc, l’ipad o il più comune caricatore per i cellulari e un interruttore che permette di esaltare la resa delle basse frequenze. Sulla parte destra troviamo un controllo di gain che permette di aggiustare il range del volume in base al tipo di cuffia e sorgenti collegate ed un selettore che consente di inserire il circuito di crossfeed per simulare in cuffia l’ascolto tramite un paio di altoparlanti rendendo, secondo FiiO, l’ascolto più naturale. L’E09K svolge da un lato il ruolo di docking station per i riproduttori audio FiiO E07K ed E17 e dall’altro il ruolo di amplificatore per cuffie. Al suo interno troviamo l’accoppiata di op-amp OPA2134 e TPA6120 che garantiscono un buon livello di potenza in uscita per il pilotaggio di cuffie da 16 a 600 ohm. Il pannello frontale dell’apparecchio è dotato di un selettore che permette di selezionare il tipo di ingresso tra AUX IN e DOCK IN, della presa cuffia da 6,3 mm e del potenziometro ALPS per il volume. Sul pannello posteriore troviamo la presa di alimentazione, l’ingresso USB, il selettore del gain per variare il livello di guadagno in uscita e infine le uscite pre, le uscite di linea e l’ingresso ausiliario tutte su connettori RCA.

Ascolto

Vista posteriore

Vista posteriore

Le prove d’ascolto, come tutte quelle precedenti, si sono svolte nel nostro piccolo studio. Gli apparecchi, secondo la consuetudine di HDPhonic, vengono lasciati rodare per almeno 48 ore prima di qualsiasi valutazione e test d’ascolto. Il DAC utilizzato per la prova è il Violectric V800 che da tempo ormai è il convertitore D/A di riferimento per tutte le nostre prove. Come brani abbiamo selezionato traccie native ad alta risoluzione e dal buon range dinamico. Per primo abbiamo sottoposto alla prova d’ascolto il Mont Blanc E12 abbinato ad un parco cuffie che spaziava dalle Sennheiser HD-600, HD-650, HD-800 alla Beyerdynamic DT 880 600 Ohm, alla AKG K99. Fin dai primi ascolti abbiamo notato un dettaglio molto buono con una timbrica di pari livello che possiamo sostanzialmente definire neutra. La ricostruzione della scena sonora è davvero ottima con una collocazione netta e precisa dei singoli strumenti all’interno del palcoscenico virtuale che si forma intorno alla testa dell’ascoltatore. L’articolazione dei transienti è davvero buona con quasi tutte le cuffie da noi provate anche se si avverte una certa congestione nei passaggi sonori più complicati soprattutto con cuffie più impegnative da pilotare come l’ammiraglia di casa Sennheiser e la Beyerdynamic DT880 che, dall’alto dei suoi 600 ohm, risulta sempre un banco prova piuttosto ostico per molti amplificatori cuffia. La HD600 e la HD650 risultano invece più semplici da pilotare e godono di una buona affinità con il Mont Blanc fornendo prestazioni di rispetto. Tuttavia è la AKG K99 quella che secondo noi ha goduto maggiormente nell’accoppiamento con l’E12. A questo hanno sicuramente contribuito la bassa impedenza e il fatto che, trattandosi di una cuffia professionale, non richiede potenze elevate per esprimersi al meglio.

Ascoltando i nostri brani di riferimento con questa cuffia abbiamo infatti notato, nella velocità dei transienti, nella spinta e nel dettaglio, la migliore affinità con il Mont Blanc al punto da ammettere che, tra tutte le combinazioni provate, questa è quella che ci è piaciuta e ci ha entusiasmato maggiormente. Le funzioni di bass boost e di crossfeed possono essere considerate un valore aggiunto, ma non sono determinanti nella resa generale dell’apparecchio. La prima infatti colora in maniera fin troppo evidente la resa sulle basse frequenze rendendo l’ascolto quasi esagerato, soprattutto in quei brani che sono già enfatizzati in questa parte dello spettro sonoro. La funzione di crossfeed rimane invece un buon tentativo di simulare quello che può essere un ascolto tramite altoparlanti anche se il bello della cuffia, a nostro avviso, è proprio la totale separazione dei canali e l’ampiezza della scena sonora. Il nostro test ha riguardato poi l’E09K con gli stessi brani usati nella prova dell’E12. Nel confronto dei due apparecchi abbiamo notato che L’E09K ha una spinta meno decisa sulle basse frequenze quasi come se il suono avesse leggermente meno corpo. Evento che si è verificato con tutte le cuffie in nostro possesso abbinate a questo amplificatore. Rispetto all’E12 abbiamo inoltre notato una leggera ma più precisa definizione sui medioalti ed una minor precisione nella parte più alta dello spettro sonoro. A onor del vero possiamo tuttavia confermare, nella quasi totalità, le stesse impressioni riscontrate con il binomio E12-K99. Infine sono le cuffie a bassa impedenza quelle preferite da entrambi gli amplificatori. D’altronde L’E09K nasce come un apparecchio ibrido che deve conciliare le esigenze di riproduttore / amplificatore cuffia, integrando soluzioni meno raffinate e a più ampio raggio rispetto all’E12 Mont Blanc progettato invece per soddisfare gli appassionati più esigenti dell’audio personale portatile.

Conclusioni

Left view

Left view

Nell’affollato mondo dell’audio personale, i prodotti della FiiO non sono assolutamente da meno per quanto riguarda prestazioni dimensioni e prezzo. Durante tutta la durata delle nostre prove abbiamo avuto la conferma della filosofia concettuale e progettistica di questa azienda orientata verso un prodotto pratico, comodo, creativo ed affidabile con un design compatto ed elegante che rappresenta una soluzione innovativa per l’audio personale e il mondo delle cuffie. La musicalità, la chiarezza e la profondità che ne emergono daranno sicuramente agli audiofili la qualità che vogliono sentire. In conclusione per il prezzo del FiiO E12 Mont Blanc e dell’E09K è possibile acquistare qualcosa di sicuramente valido trasformando positivamente il modo di ascoltare la musica in spazi aperti.

Opinione

Right view

Right view

I passi in avanti compiuti dagli amplificatori per cuffia portatili mi hanno piacevolmente sorpreso. In particolare tra i due prodotti della FiiO mi è molto piaciuto il Mont Blanc E12 associato ad una cuffia a bassa impedenza come la AKG K99. L’articolazione, la precisione e la chiarezza del messaggio sonoro ne fanno infatti un binomio piuttosto azzeccato. Se il comportamento sonico del FiiO E09K può essere considerato buono, quello espresso dall’E12 è davvero molto buono e non fa rimpiangere troppo l’uso di un amplificatore dal costo sicuramente maggiore. Certo, per l’amplificazione portatile, non stiamo parlando di soluzioni definitive, ma per l’esborso richiesto non posso che consigliarvene decisamente l’acquisto.

Giudizio

FiiO Mont Blanc E12
  • Scoring110
  • Qualità sonora [1]8
  • Valore economico [2]10
  • Misure [3]8
  • Qualità costruttiva [4]9
  • Versatilità [5]8
  • Giudizio complessivo8
  1. 1. La qualità sonora è molto buona in particolare con i brani ad alta risoluzione
  2. 2. Il valore economico dell’apparecchio rapportato alla qualità è davvero ottimo
  3. 3. Le misure mostrano una linearità molto buona su diversi parametri
  4. 4. La qualità costruttiva e l’estetica sono davvero ottime
  5. 5. La versatilità è ad ampio raggio ma limitata alla durata della batteria
FiiO QOGIR E09K
  • Scoring110
  • Qualità sonora [1]7
  • Valore economico [2]9
  • Misure [3]7
  • Qualità costruttiva [4]8
  • Versatilità [5]8
  • Giudizio complessivo7
  1. 1. La qualità sonora è buona in particolare con i brani ad alta risoluzione
  2. 2. Il valore economico dell’apparecchio rapportato alla qualità è davvero ottimo
  3. 3. Le misure mostrano una linearità piuttosto buona su diversi parametri
  4. 4. La qualità costruttiva e l’estetica sono davvero molto buone
  5. 5. La versatilità è ad ampio raggio
Top

Copyright © 2013–2019

HDPhonic

HTML5 Powered